I giovani della Rosa Bianca: la resistenza non-violenta al Nazismo

Assessorato alla Cultura, Biblioteca Comunale, in collaborazione con la Fondazione Rosa Bianca di Monaco di Baviera e con il patrocinio del'ANPI sezione di Spinea, sezione E. Ferretto di Mestre e dell'IVESER

da Venerdì 7 a Venerdì 21 aprile, 2017 - Mostra e incontro di approfondimento

Monumento in ricordo del movimento della Rosa Bianca - Monaco di Baviera

 

Una mostra e un incontro di approfondimento dedicati alla "Rosa Bianca", movimento di giovani universitari di Monaco di Baviera che, nel 1943, si ribellarono al nazismo.

Con questi due appuntamenti, viene proposta una occasione di riflessione sul significato della resistenza.
Oggi i giovani della Rosa Bianca sono un simbolo di indipendenza, libertà e tolleranza.
Il loro testamento è un incoraggiamento senza tempo a proteggere i diritti umani e ad impegnarsi contro la discriminazione, il razzismo e la violenza.

 

 

venerdì 7 aprile 2017 ore 18:00 - Sala Giornali & Riviste, Biblioteca Comunale di Spinea

INCONTRO

I giovani della Rosa Bianca: la resistenza non-violenta al Nazismo


Interverranno:

Giuseppe Goisis (Università Ca' Foscari Venezia)

Resistere al male: la sfida a Hitler e al Nazismo

 

Umberto Lodovici (Fondazione Rosa Bianca di Monaco)

Il movimento della Rosa Bianca: la sfida della responsabilità

con la partecipazione di Marco Borghi (Direttore Istituto veneziano per la storia della Resistenza - Iveser)

 


da venerdì 7 a venerdì 21 aprile 2017 presso l'Oratorio di Villa Simion, Via Roma 265, Spinea (VE)

MOSTRA

La Rosa Bianca

La mostra è composta da 20 pannelli, forniti dalla Fondazione Rosa Bianca di Monaco di Baviera, che illustrano la storia del gruppo di giovani universitari bavaresi della "Weisse Rose", la Rosa Bianca, che nel 1942-1943, a Monaco di Baviera, opposero una straordinaria resistenza non violenta al nazismo in nome della libertà, diffondendo volantini che invitavano i tedeschi a ingaggiare la resistenza passiva contro il regime nazista e svolgendo un'intensa attività antinazista.
Quindici membri della Rosa Bianca furono condannati a morte, altri trentotto incarcerati.

Guidavano il gruppo due fratelli di vent'anni, Hans (24 anni) e Sophie Scholl (21 anni), sorpresi a gettare volantini antinazisti all'università di Monaco il 18 febbraio del '43, furono arrestati.
Quattro giorni dopo, il 22 febbraio, Hans, Sophie e Christoph Probst, un altro studente del gruppo, furono condannati a morte per decapitazione. Furono ghigliottinati appena tre ore dopo la sentenza.

Durante la mostra sarà disponibile un'audioguida scaricabile gratuitamente in mp3 tramite QR code.

Orario

da lunedì a venerdì ore 16:00-19:00
sabato ore 10:00-12:00 e 16:00-19:00
domenica ore 16:00-19:00
Ingresso libero

 

PER APPROFONDIRE

Voce Rosa Bianca su Wikipedia 

Il movimento della Rosa Bianca sul sito curato dall’ANPI sulla storia della resistenza 

Trailer del film La rosa bianca – Sophie Scholl su Youtube

Scheda del film La Rosa Bianca - Sophie Scholl su Wikipedia

Scheda del film La Rosa Bianca - Sophie Scholl su Mymovies

 



INFORMAZIONI

telefono 041994691
email info @ biblioteca-spinea.it

Fondazione Rosa Bianca Weiße Rose Stiftung e.V.
LMU, Geschwister-Scholl-Platz 1, 80539 München

 

 

Vai alla ricerca